Il progetto prevedeva la demolizione dell’edificio esistente e la realizzazione di una nuova struttura, con la stessa destinazione d’uso. Un gioco di pieni e vuoti, legati alle diverse funzioni interne, garantisce la continuità tra involucro e giardino.